Roma 21 novembre 2019
5 settembre 2018

Controlli dei carabinieri nella periferia di Roma est: 4 arresti e 5 denunce

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Controlli dei carabinieri nella periferia di Roma est: 4 arresti e 5 denunce
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

A seguito di recenti fatti di cronaca, i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina hanno dato luogo ad un servizio di controllo del territorio a largo raggio a cui hanno preso parte decine di militari dei vari Comandi Stazione dislocati sul territorio a Est della Capitale. Il bilancio è di 4 persone arrestate e altre 5 denunciate a piede libero. Nello specifico, a finire in manette sono stati un pregiudicato romano di 46 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina gli hanno notificato un provvedimento di carcerazione scaturito dalle reiterate violazioni delle prescrizioni imposte dalla pena a lui inflitta.

I Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste hanno, invece, arrestato un romano di 39 anni, con precedenti, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso lo scorso 27 luglio dal Gip di Roma con le accuse di furto ed evasione. L’uomo, un nomade 46enne di origini slave, già ai domiciliari per pregressi reati nell’insediamento di via dei Gordiani, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Centocelle poiché risultato gravato da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Roma per furto.

Al “Casilino 900” invece è stato eseguito un mandato di arresto europeo emesso dalle Autorità tedesche è stato notificato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro nei confronti di un nomade di origini slave di 23 anni.

A Marino, inoltre, una 23enne, controllata dai Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina nei pressi del terminal “Anagnina” è stata denunciata a piede libero per l’inottemperanza del foglio di via obbligatorio con divieto di dimora nel Comune di Roma cui era stata sottoposta.

Poco dopo, gli stessi Carabinieri hanno deferito all’Autorità Giudiziaria anche un cittadino pakistano di 41 anni, domiciliato nel campo nomadi di via dei Gordiani, sorpreso in stato di ebrezza mentre camminava lungo la via Casilina impugnando un coltello a serramanico con lama di 22 cm.

Due pluripregiudicati romani di 58 e 42 anni, rispettivamente sottoposti agli arresti domiciliari e alla sorveglianza speciale, sono stati invece denunciati dopo essere stati sorpresi fuori dalle loro abitazioni in violazione delle prescrizioni imposte dai loro provvedimenti.

L’ultima denuncia a piede libero ha colpito un cittadino del Kosovo di 22 anni sorpreso dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste mentre era alla guida di un’autovettura senza patente, reato, peraltro, reiterato nel tempo.
Durante le attività, inoltre, sono state segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo 3 persone in qualità di assuntori di droghe dopo essere stati sorpresi in possesso di modiche quantità di hashish, eroina e cocaina che sono state sequestrate.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ