Roma 25 maggio 2019
12 dicembre 2018

Accordo per il bar Settembrini: scongiurata la chiusura

Comunicato stampa - editor: M.C.G.
CONDIVIDI
Accordo per il bar Settembrini: scongiurata la chiusura
MUNICIPI E QUARTIERI
ARGOMENTI

La Presidente Sabrina Alfonsi, preso atto dello sfratto per morosità in corso di esecuzione e del provvedimento di chiusura per inadempienze amministrative a carico dei gestori del rinomato locale sito nei pressi di Piazza Mazzini, ha convocato un tavolo di confronto tra i rappresentanti della Società proprietaria delle mura, i rappresentanti dei lavoratori e l’attuale gestore, allo scopo di individuare di comune intesa una soluzione in grado di scongiurare la chiusura definitiva dell’attività, con pesanti ricadute a carico dei dipendenti attualmente in servizio. Un primo incontro si è svolto ieri pomeriggio, al quale non ha partecipato il rappresentante dell’attuale gestore. Per questo la riunione è stata aggiornata a mezzogiorno di oggi.
“Per noi era importante fare il possibile per evitare che un’altro locale di grande tradizione scomparisse dal nostro territorio, com’è già accaduto per il Bar della Pace e altre situazioni simili in questi anni. Grazie alla grande disponibilità al dialogo mostrata dalla Società “Aleutine”, proprietaria dei locali, è stato individuato un soggetto altamente qualificato, già operante nel settore, pronto a riaprire il locale garantendo l’assunzione a tempo indeterminato di tutti gli attuali dipendenti del Bar” ha commentato la Presidente Alfonsi.

“Anche per noi la prima preoccupazione, di fronte alla prolungata morosità nei pagamenti che ci ha costretti ad intimare lo sfratto, è stata quella di far perdere il lavoro a tante persone che negli anni hanno contribuito a far funzionare una attività di notevole richiamo. Proprio per questo ci siamo prodigati, su impulso del Municipio che ringraziamo per la preziosa attività di mediazione svolta, per una soluzione che potesse salvaguardare tutti” aggiunge l’Amministratore della Società proprietaria del locale, che fa capo a Daniele De Rossi.

“Nell’incontro risolutivo di oggi, l’attuale gestore e il proprietario delle mura si sono accordati per la restituzione dei locali, che saranno successivamente presi in locazione dal nuovo Gestore, titolare dell’Enoteca “Achilli al Parlamento”, una esperienza di successo coronata da una stella Michelin, che è pronto a dare nuova vita allo storico locale. Il Municipio continuerà a seguire la vicenda nei prossimi giorni” conclude Giovanni Figà Talamanca, Assessore al Bilancio e Personale del Municipio I.

CONDIVIDI
COMMENTA L'ARTICOLO
COMMENTI IN ARCHIVIO
TRAFFICO E VIABILITÀ