Roma 17 dicembre 2017

UNDERDOG e MUJERES al Circolo Degli Artisti

Comunicato stampa - editor: RM | Data di pubblicazione 8 ottobre 2012
CONDIVIDI
MUNICIPI E QUARTIERI

Radio Rock in collaborazione con Circolo Degli Artisti

presenta

MERCOLEDI’ 10 OTTOBRE 2012

UNDERDOG

+ Giacomo Toni

porte/botteghino

20:00

concerti

21:30

GIOVEDI’ 11 OTTOBRE 2012

MUJERES

+ The Sasquatch

porte/botteghino

20:00

concerti

21:30

ingresso

5 euro + 1,50 euro d.p. a serata / 7 euro abbonamento entrambe le serate

@ CIRCOLO DEGLI ARTISTI

UNDERDOG

Underdog è un nome, una suggestione, un progetto che prende spunto dalla biografia di Charles Mingus “Beneath the Underdog”.

L’obiettivo è una miscela ritmica di sonorità jazzistiche e molteplici stili che trovano ispirazione (tra gli altri) in Kurt Weill, Nick Cave, Tom Waits e nell’elaborazione musicale di gruppi come Einstuerzende Neubauten, Brainiac, Primus.

La musica degli Underdog è un gioco di contrasto tra una voce maschile schizofrenica e nasale e un cantato femminile angelico e bellissimo.

Il gruppo nasce e si evolve in forma aperta: collaborazioni e rivisitazioni dei brani avvengono di continuo, facendo perno sull’ideale jazz e sul concetto artistico di performance. Ogni voce e suono del gruppo si accosta ai brani in modo fine ed istintivo, premiando sia l’armonia che il rumore, Così paradossalmente nasce la struttura di ogni brano: teste che suonano e rifiutano i dogmi.

Dopo il successo di critica e pubblico del primo lavoro “Keine Psichotherapie” (2009) è in uscita a Novembre 2012 “Keep Calm” is secondo album della band, anticipato a Settembre dall’ EP digitale “Empty Stomach” .

Immagini estreme e suoni violenti a creare atmosfere brutali e totalizzanti in un album, che è come camminare su marciapiedi bagnati e sporchi popolati da eroi in soprappeso e principesse malaticce. Gli strumenti sono stati d’animo,ombre e sensazioni che si incontrano.

GIACOMO TONI

Giacomo Toni in concerto va visto subito, per molti buoni motivi. Il primo è che in questo momento Giacomo Toni è uno dei migliori cantautori italiani: un compositore con il genio dei grandi vecchi e la forma di un giovane d’assalto – come il McEnroe del 1984 o il Ronaldo del 1997. A un primo ascolto può far pensare a Enzo Jannacci, Piero Ciampi, Paolo Conte, Vinicio Capossela: ma chi va a vederlo per la seconda volta si renderà conto che Giacomo Toni è solo Giacomo Toni. Il secondo motivo è che in concerto offre capolavori comici, ballate splendide e malinconiche. Inoltre ci sono le battute e le pause di Giacomo, c’è la sua faccia da attore di Hollywood e da vecchio contadino romagnolo, c’è il senso di qualcosa che è sul punto di esplodere. Ci sono i componenti della Novecento Band, Marcello Jandù Detti al trombone, Roberto Villa al contrabbasso, Gianni Perinelli al sax e Marco Frattini alla batteria – altri quattro ottimi motivi che basterebbero da soli, quattro maestri con un talento da solisti e la capacità di fondersi alla perfezione con il pianoforte e la chitarra del loro “frontman esitante” (per citare una canzone di Toni). Infine, ci sono tanti buoni motivi quante sono le tessere che vanno a comporre il mosaico del concerto: perché ogni canzone di Giacomo Toni è un mondo a sé, sorprendente e irripetibile.

Ogni canzone è un tornado di riferimenti musicali disparati, dalla scuola genovese al jazz sperimentale, e allo stesso tempo un racconto o un momento lirico chiuso in se stesso, forte, irriducibile, senza un verso o una frase musicale fuori posto.

La band, fondata nel 2005 da Giacomo Toni, ha all’attivo tre album: “Giacomo Toni & Novecento Band” (2006), “Metropoli” (2008) e “Hotel nord est” (2010), tutti autoprodotti, in collaborazione con la libera associazione teatrale “Gli Incauti”.

Diversi i premi ottenuti tra cui: vincitori del premio singoli cantautori “Nuova Musica Italiana 2007″ presieduto da Mogol; vincitori del “Riconoscimento al miglior testo Premio Augusto Daolio 2006”; finalisti al concorso nazionale “1° Maggio Tutto l’Anno”; secondi classificati al concorso “Forlì 4peace 2006”; finalisti al concorso “Risonanze Umplugged 2006” e ospiti a RADIO RAI 1 durante il programma “Demo”.

Il 1° settembre 2011 Giacomo ha aperto l’attesissimo concerto di Raphael Gualazzi al Metarock di Pisa e il 23 settembre ha partecipato con successo al Supersound di Faenza.

Ad ottobre 2011 intraprende un tour tributo a Paolo Conte insieme a Lorenzo Kruger, frontman dei Nobraino e a giugno entra ufficialmente nell’etichetta MArteLabel.

MUJERES

Quattro spagnoli di Barcellona conosciutisi all’Università che in pochi anni sono arrivati a calcare i palchi dei festival più importanti del mondo. Nel 2009 esce il loro primo disco omonimo disco per la label spagnola Sonar e iniziano a suonare nei bar di Barcellona ma in brevissimo tempo tutta Europa di accorge di loro e del loro folgorante live fatto di garage, punk e rockabilly. In meno di tre anni il loro breve curriculum recita già quattro presenze al Primavera Sound di Barcellona e una al suo festival gemello (Optimus Primavera Sound a Porto), l’Eurosonic (Olanda), Europavox (Francia), SXSW (Texas, USA), Here I Stay (Italia), The Great Escape a Brighton, Londra e Manchester (UK) Nel 2010 hanno inoltre partecipato al noto format webtv La Blogothèque (come Sigur Ross, Arcade Fire, Phoenix tra le tante) suonando per tutta Barcellona i loro pezzi in acustico. Nel Marzo 2012 è uscito il loro ultimo album Soft Gems (Sones/Warner) che li sta portando ancora una volta in giro per tutto il mondo e si appresta ad essere il disco della definitiva consacrazione.

THE SASQUATCH

The Sasquatch sono un trio romano formatosi nell’autunno del 2009 dall’unione di Jesse Germano (voce e chitarra), Valentin Gerlach (basso) e Stefano Padoan (batteria e voce). E’ una formazione che tiene a cuore il formato canzone e propone melodie disinvolte ma d’effetto, accostando sonorità Surf al Garage rock più punkettone. Amano il Beat e la spiaggia ma su "tutto e su tutti" la prerogativa Sasquatch è divertire.

COMMENTA L'ARTICOLO