Roma 21 luglio 2016

MARTELABEL FEST L’etichettaeclettica si presenta al MONK CLUB

Comunicato stampa - editor: M.C.G. | Data di pubblicazione 8 febbraio 2016
CONDIVIDI
MUNICIPI E QUARTIERI

Sul palco (e non) andrà in scena la versione 3.0 di MArteLabel con tutte le novità del 2016, le nuove produzioni in anteprima e spettacoli di circo, teatro, danza, reading letterari, mostre e live painting

MONK CLUB, via Giuseppe Mirri, 35 – ROMA --- 13 FEBBRAIO 2016

INGRESSO : ore 18.30

Roma non sarà San Francisco e il Monk Club non è certamente il Bill Graham Civic Auditorium ma il 13 febbraio l’attesa e l’atmosfera nelle intenzioni degli organizzatori saranno simili: un evento unico in cui MArteLabel presenterà al pubblico e agli addetti ai lavori tutte le novità discografiche e le innovazioni attraverso le quali intende cambiare scena musicale indipendente Italiana. Le parole chiave? Diversificazione ed ecletticità.

Sabato 13 febbraio a partire dalle 18.00 il Monk Club ospiterà una grande festa con i concerti di Dellera vs De Rubertis, Scontati (Lorenzo Kruger dei Nobraino e Giacomo Toni), UNA, Moustache Prawn, Mammooth, Anudo, Camera e gli artisti della sussidiaria BetaProduzioni Gianluca Secco, Odiens e Leo Folgori.

Ai concerti si alterneranno e sovrapporranno diverse performance di danza, circo, teatro e reading poetry con alcuni dei più rappresentativi artisti delle ScuderieMArteLabel come la Compagnia Sinespatio (danza), Luigi Morra, Pasquale Passaretti (teatro), Lucignolo, Irene Croce, Canarina, Crème & Brûlée (circo e teatro).

In chiusura dj set a cura di Sweat drops fino a tarda notte.

Gli spazi del Monk, infine, saranno arricchiti dalle opere degli artisti della Factory MArteLabel, il collettivo che si occupa della realizzazione delle opere che contribuiscono al carattere eclettico dei progetti curati da MArteLabel. Per la Street Art, Moby Dick realizzerà un murale mentre nelle sale interne saranno esposte le grafiche di Alessandro Ribaldo, i disegni di Cristiano Quagliozzi e Milena Scardigno, i dipinti di Antonino Perrotta e Matteo Brogi, le foto di Chiara Ernandez, Michela Amadei e i PP+C. Inoltre i visual mapping saranno curati da Koreman che accompagnerà i Mammooth e gli Anudo nelle loro performance.

Uno spazio a parte sarà dedicato ai fotografi della label, con una mostra fotografica dedicata alla musica dal vivo con gli scatti di Danilo D’auria, Daniele Romaniello, Matteo Nardone, Alessia Dessì, Samanta Di Giorgio, Valerio Piccioli, Raffaella Midiri.

Nella sala camini alla fine dei concerti dj set eclettico con dj Andreas Sarmanis che sonorizzerà delle opere di arte contemporanea e classica. Con Sarmanis l’etichetta inaugura la sezione sincro & sonor, l’area di MArteLabel che avrà comeobiettivo quello di sincronizzare e sonorizzare immagini, ambienti e situazioni.

A Roma, quindi, si terrà una grande festa all’insegna dell’ecletticità nella musica che MArteLabel conta di replicare in tutta Italia durante il 2016.

Se i dischi non si vendono, se gli introiti dei live non bastano a garantire la sopravvivenza di una struttura, bisogna cambiare prospettiva, studiando le cose da un’angolazione diversa.
In questi anni si è deciso di allargare il raggio d’azione investendo in diversi mercati paralleli ma di natura comune strutturando l’etichetta come una vera e propria “Etichetta dell’Arte” che agisce in più settori e lavori sulla mescolanza delle varie espressioni artistiche, che trovano sintesi in un prodotto sì musicale ma caratterizzato da una forte ecletticità e ibridazione.
MArteLabel va in questa direzione dal 2008 e con questo evento si pone l’obiettivo di rappresentare in forma plastica tutto lo spirito che la anima sin dalla pubblicazione del primo album.

Tutto questo è reso possibile grazie all’humus in cui MArteLabel affonda le proprie radici, la vera innovazione della struttura, il MArteLive System: parliamo di un sistema di connessione ad ampio raggio, una rete di contatti, eventi, progetti ed iniziative collegati tra loro dal MArteLive, primo festival in Italia che unisce 16 categorie artistiche diverse (musica, teatro, danza, circo, letteratura, cinema, videoclip, pittura, fotografia, grafica, graffiti/writing, fumetto, artigianato, moda, dj, vj).

Questi elementi fondanti del festival sono mutuati dall’etichetta in un trait-d’union rappresentato da Giuseppe Casa, fondatore di Procult e il MArteLive System prima e MArteLabel dopo. Talent scout, organizzatore di eventi culturali sin da giovanissimo e ideatore del format MArteLive.

L’essere nati come organizzatori di eventi, prima che produttori discografici, ha garantito un punto di vista alternativo che ha determinato il desiderio di innovazione e sperimentazione che distingue MArteLabel dalle altre etichette.
MArteLabel è una struttura complessa, con centinaia di ramificazioni e settori d’interesse e d’investimento, che ha come mission quella di rinnovare lo scenario musicale italiano attraverso la produzione di opere e spettacoli eclettici. Aspirazione ardua, ma non impossibile.

Per maggiori informazioni sull’etichetta e sulla serata consigliamo di visitare il sito www.martelabel.com

INGRESSO con Tessera Arci + Contributo all’Attività
● 7€ >>> versando il Contributo direttamente all’ingresso
● 5€ + d.p. >>> versando il Contributo online su BOXOL
(qui: http://www.boxol.it/dettaglio-evento.aspx?E=160658 / riservato ai soci)

COMMENTA L'ARTICOLO