Roma 30 agosto 2016

COSTELLAZIONI di NICK PAYNE al Teatro Brancaccino

Comunicato stampa - editor: M.C.G. | Data di pubblicazione 16 marzo 2016
CONDIVIDI
MUNICIPI E QUARTIERI

C’è una teoria della fisica quantistica che sostiene che esista un numero infinito di universi: tutto quello che può accadere, accade da qualche altra parte e per ogni scelta che si prende, ci sono mille altri mondi in cui si è scelto in un modo differente. Nick Payne prende questa teoria e la applica ad un rapporto di coppia.

Orlando è un tipo alla mano, che si guadagna da vivere facendo l’apicoltore. Marianna è una donna intelligente e spiritosa che lavora all’Università nel campo della cosmologia quantistica.

Costellazioni parla della relazione uomo-donna, ispirandosi alle idee della teoria del caos. Il testo esplora le infinite possibilità degli universi paralleli: si tratta di una danza giocata in frammenti di tempo. In questa danza la più sottile delle sfumature può drasticamente cambiare una scena, una vita, il futuro. Nel testo si ripercorrono più versioni dei vari momenti cruciali della relazione di Orlando e Marianna: dalla conoscenza, alla seduzione, al matrimonio, al tradimento, alla malattia, alla morte.

Payne mostra ripetutamente, le possibilità e i diversi modi in cui i loro incontri sarebbero potuti andare a causa di fattori che vanno dalle relazioni precedenti alle parole e al tono di voce impiegati. Marianna e Orlando si incontrano, sono fidanzati, non sono fidanzati, fanno sesso, non fanno sesso, si perdono, si ritrovano, si separano e si incontrano di nuovo.

Il testo si estende in un’indagine sul libero arbitrio e sul ruolo che il caso gioca nelle nostre vite. Se tutto questo potrebbe far sembrare Costellazioni un testo scientifico, non è niente del genere.

Assolutamente divertente, ma disperatamente triste: è proprio il suo dinamismo intellettuale ed emotivo a rendere il testo unico e travolgente.

NICK PAYNE - Giovanissimo drammaturgo britannico ha studiato all’ University of York e successivamente alla Central School of Speech and Drama . È, inoltre, inserito nel programma Royal Court Young Writer’s.
Con la sua prima commedia "If There Is I Haven’t Found It Yet which" ha vinto il prestigioso George Devine Award nel 2009
Ha debuttato al Royal Court Theater nel settembre 2010 con la commedia Wanderlust, ed attualmente gli sono stati commissionati testi dal Paines Plough, dal Royal Court Theater e dalManhattan Theatre Club / Alfred P Sloan Foundation.
Nel novembre 2010, Payne è stato finalista per l’ Evening Standard Award come scrittore più promettente.

SILVIO PERONI - E’ nato il 15 Agosto 1977 a Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova, vive e lavora a Roma.
Esordisce come regista a 22 anni. Negli anni realizza la regia sia di spettacoli sia di letture poetiche e segue la direzione artistica di festival e rassegne. Dirige artisti quali Elio Germano, Isabella Ragonese, Daniela Poggi, Alessandro Tiberi, Margot Sikabonyi, Fabrizio Falco, Ninì Salerno, Arnoldo Foà, e realizza spettacoli di autori come Will Eno, Mike Bartlett, Cesare Zavattini, Tahar Ben Jelloun, Neil La Bute, Harold Pinter e molti altri.

JACOPO VENTURIERO - Jacopo Venturiero nasce a Roma nel 1985. A 21 anni si diploma all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico, studia il metodo mimico del Maestro Orazio Costa e si perfeziona con i Maestri Anatoli Vassil’ev e Jean-Paul Denizon. Dall’età di dieci anni lavora nel Cinema e nelle più importanti serie tv di prima serata, per Rai 1 e Canale 5.
In Teatro è impegnato in ruoli principali, al fianco di attori quali: Massimo Popolizio, Franco Branciaroli, Giorgio Albertazzi, Lina Sastri, Manuela Mandracchia e con registi come: Lorenzo Salveti, Maurizio Scaparro, Claudio Longhi e Antonio Calenda, con cui ha recentemente interpretato il ruolo di Christo in Passio Hominis - Rappresentazione della Passione. Nel 2014 debutta in prima nazionale con lo spettacolo Cock di M. Bartlett, per la regia di Silvio Peroni.
Tra i tanti ruoli è stato: Ferdinando ne La Tempesta di W. Shakespeare, Andrea Sarti in Vita di Galileo di B. Brecht, Hermes in Prometeo incatenato di Eschilo (al Teatro Greco di Siracusa), Jorgen Tesman in Hedda Gabler di H. Ibsen.
Nel 2006 riceve una menzione speciale al premio Hystrio alla vocazione.
Jacopo Venturiero è anche doppiatore, collabora con la casa editrice Il Narratore audiolibri (con cui ha realizzato, tra gli altri, L’ultimo giorno di un condannato a morte di V. Hugo) ed è stato una delle voci ufficiali della trasmissione di Radio Rai 3 Damasco.

AURORA PERES - Nata a Palermo, si diploma nel 2005 all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma. Dal diploma ad oggi ha collaborato con Gigi Proietti, Cristina Pezzoli, Jiuri Ferrini, Andrea Baracco, Giorgio Barberio Corsetti e Filippo Timi; inoltre ha fatto parte del progetto PPP diretto da Cristina Pezzoli e Letizia Russo. Dal 2009 lavora con la compagnia teatrale scozzese Vanishing Point nello spettacolo diretto da Matthew Lenton "Interiors”. Nell’estate 2009 viene selezionata per il progetto europeo "Ecole des Maitres”, diretto da Franco Quadri, dove ha lavorato con il regista Arthur Naucyziel in “Casa di Bambola". Al momento è coinvolta nel progetto "Crisi" diretto da Fausto Paravidino. Fa parte della compagnia Twistinkers diretta da Jaqueline Bulnes (ex solista della compagnia Martha Graham ). Lavora con la compagnia Industria Indipendente nel progetto "Supernova "(vincitore del premio Hystrio nuova drammaturgia).
In questi anni ha inoltre avuto esperienze cinematografiche incontrando registi come Marco Bellocchio, nei film “Il regista di matrimoni” e il “Vincere”, Andrea Baracco, nel film "La logica delle cose", e Michele Placido nel film “Prima di andar via”.

Brancaccino via Mecenate 2, Roma

Botteghino del Teatro Brancaccio
Tel. 06 80687231
Via Merulana, 244 - 00185 Roma
Orario:
Lunedì - Sabato h.10:00/19:00
Domenica h.10:00/18:00

Khora.teatro - Khora nasce nel 2004 con lo scopo di perseguire una linea editoriale forte e coerente nel campo dello spettacolo dal vivo e nelle sue applicazioni multimediali facendo della collaborazione tra le diverse specificità artistiche il suo punto di forza.

Khora.teatro è oggi una compagnia di produzione teatrale basata sulla esperienza e le competenze di Alessandro Preziosi, Tommaso Mattei e Aldo Allegrini, riconosciuta dal MIBAC , Dipartimento per lo spettacolo dal Vivo, e ha stretto contatto con i principali distributori circuiti di distribuzione teatrale sul territorio nazionale, e con diverse Istituzioni culturali; Khora.teatro è membra dell’associazione Voglia di teatro.

Nel 2005 allestisce a Taormina presso il Teatro Antico la commedia musicale “Datemi tre caravelle!” di Carmelo Pennisi e Massimiliano Durante con musiche di Stefano Di Battista, per la regia del premio Oscar Gianni Quaranta e interpretato da Alessandro Preziosi, che ha effettuato dal 2005 al 2007 una lunga tournée nazionale.

Nel 2008 produce ”Amleto” di Shakespeare che ha debuttato in occasione del 60° anniversario del festival shakespeariano al Teatro romano di Verona per la regia di Armando Pugliese prima tappa di un’applaudita tournèe estiva ( accanto ad Alessandro Preziosi, Franco Branciaroli e Silvio Orlando) e che ha effettuato più di 200 repliche nei principali teatri italiani e un significativo successo di pubblico.
Nel 2009 Khora.teatro ha rinnovato il sodalizio con l’Estate teatrale Veronese con la messa in scena di “La dodicesima notte” con Luca De Filippo, all’inaugurazione dell’Estate teatrale Veronese ha seguito un tour nei principali festival italiani che ha riscosso numerosi consensi di critica e l’entusiasmo del pubblico.

A testimonianza di un ribadito interesse per la poesia e la letteratura sono in programmazione i recital di Alessandro Preziosi “Il re degli interstizi” su Fernando Pessoa, “Il mestiere di amare” dedicato a Cesare Pavese , “ Le confessioni” di S. Agostino, “La divina Mimesis” di Pier Paolo Pasolini.

Il 14 gennaio 2012 ha debuttato “Cyrano de Bergerac” per la regia di Alessandro Preziosi interpretato da Alessandro Preziosi che ha effettuato una lunga tournè nazionale riscontrando ovunque uno straordinario successo di pubblico e l’apprezzamento della critica.

17 – 18 - 19 marzo ore 20.00
Teatro Brancaccino – Roma

COSTELLAZIONI
di NICK PAYNE

con JACOPO VENTURIERO e AURORA PERES
regia SILVIO PERONI
disegno luci VALERIO TIBERI
produzione KHORA.teatro
foto di scena NOEMI COMMENDATORE

COMMENTA L'ARTICOLO