Roma 14 dicembre 2017

Roma Jazz Festival 2017: Jazz Is My Religion @ Auditorium Parco della Musica

Comunicato stampa - editor: M.C.G. | Data di pubblicazione 5 novembre 2017
CONDIVIDI
MUNICIPI E QUARTIERI
DOVE

05/11/2017 - 30/11/2017 Auditorium Parco della Musica

Con il contributo di
MiBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo
Regione Lazio per la cultura
Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale
In collaborazione con
Siae - Società Italiana degli Autori ed Editori
Una coproduzione
International Music Festival Foundation, Fondazione Musica per Roma

Roma Jazz Festival 2017
“Jazz Is My Religion”

41a edizione

Il titolo del festival, “Jazz Is My Religion”, è tratto da una poesia dello scrittore americano Ted Joans, e sulle sue tracce il festival vuol celebrare il jazz come una grande forza che, secondo le parole del direttore generale Unesco Irina Bokova, veicola “un messaggio universale di pace, che armonizza ritmo e significato, che porta valori significativi per ogni uomo e donna, che fornisce opportunità uniche per la comprensione reciproca, attraverso l’ascolto, la riproduzione, l’improvvisazione”. Non a caso, l’Unesco ha inserito il jazz nel Patrimonio Culturale dell’Umanità. Un messaggio tanto più urgente in tempi come i nostri, nei quali la religione sembra diventata sinonimo di divisione, più che di unità, e di odio, più che di amore universale.

Allo stesso tempo, il programma è anche una commemorazione di molte date significative nella storia di questa musica: i cent’anni dalla pubblicazione del primo disco di jazz, il centenario dalla nascita di Thelonious Monk, Ella Fitzgerald e Dizzy Gillespie, il cinquantenario della scomparsa di John Coltrane.
“La spiritualità è tutto”, ha affermato il pianista Chick Corea. “Se intendi spiritualità come celebrazione della vita allora sì, io celebro la vita... perché il jazz è gioia di vivere”.

Calendario del festival

Biglietti:
Biglietteria 892.101 (Clicca e visualizza i costi del servizio)

COMMENTA L'ARTICOLO