Roma 22 luglio 2017

In mostra l’arte della carta, viaggio alla scoperta della tecnica coreana ’Hanji’

Comunicato stampa - editor: M.C.G. | Data di pubblicazione 18 maggio 2017
CONDIVIDI
MUNICIPI E QUARTIERI

Superare le barriere tra la Corea e l’Italia attraverso un dialogo artistico in cui la carta coreana Hanji comunichi con artisti e visitatori italiani e le opere degli artisti italiani, grazie all’approccio che hanno con la carta, divengano fonte di ispirazione per i numerosi artigiani e artisti tradizionali coreani. E’ l’obiettivo della mostra ’Hanji, Viaggio nei territori della carta’ che aprirà giovedì 18 maggio alle 19 presso le sale espositive dell’Istituto Culturale Coreano.

L’esposizione, che potrà essere visitata fino all’1 giugno, realizza l’asuspicio del direttore Soomyoung Lee espresso in occasione dell’inaugurazione dell’Istituto Culturale Coreano nell’ottobre 2016: "L’Istituto Culturale Coreano è un luogo per presentare al pubblico italiano la cultura coreana, ma allo stesso tempo è anche un luogo tramite il quale desideriamo creare armonia con la cultura italiana. Spero che all’interno di questo Istituto gli artisti dei nostri due Paesi possano conoscersi, entrare in sintonia e divenire pionieri di una nuova cultura".

La mostra, a cura di Laura Salvi e Riccardo Ajossa, riassume il percorso iniziato nel 2016 come esperti della produzione della carta a mano, con metodologie orientali ed occidentali, e il conseguente approfondimento della produzione tradizionale di carta Hanji, grazie ad una serie di workshop del coreano Jang Sung Woo della cartiera Jangjibang, invitato in Italia dall’Ambasciata della Repubblica di Corea.

Tutta la carta Hanji esposta è stata infatti realizzata interamente, in ogni sua fase, dagli studenti partecipanti ai corsi di ’Tecniche Grafiche Speciali e di Tecnologia’ della carta dell’Accademia di Belle Arti di Roma, istituzione pioniera nella ricerca avanzata di integrazioni tra oriente e occidente nella manifattura della carta, applicata all’arte contemporanea come metodologia creativa autonoma o complementare alle altre tecniche artistiche.

La mostra sintetizza due metodologie creative apparentemente lontane ma che trovano nella produzione della carta il supporto ideale per aprire un dialogo ancora mai sperimentato prima: il pensiero creativo occidentale applicato alla metodologia tecnica orientale, con l’intento di produrre una sintesi poetica tra le due culture.

Il risultato è rappresentato dai lavori degli studenti, che hanno interpretato il gesto della produzione della carta Hanji con una inaspettata naturalezza, che si rivela nella fluida lettura della sequenza di opere in mostra.
In mostra opere di Riccardo Ajossa, Laura Salvi, Claudia Hyunsook Sun, Sara Basta, Paola Stella Bongarzoni, Giulia Cabassi, Giulia Carioti, Luca Camello, Francesca Checchi, Marco Eusepi, Veronica Fadda, Elisa Garrafa, Marcella Giannini, Matilde Guarnieri, Gianna Parisse, Cristina Piciacchia, Maria Pia Picozza, Claudia Roma, Sara Romeo, Thomas Ziccardi.

COMMENTA L'ARTICOLO