Roma 21 ottobre 2018

Il ’68 di carta, mostra storico documentaria alla Casa della Memoria

Comunicato stampa - editor: M.C.G. | Data di pubblicazione 7 marzo 2018
CONDIVIDI
MUNICIPI E QUARTIERI

le parole, le idee e le speranze nell’archivio “Memoria di carta” - 14 marzo - 8 maggio 2018

A cinquant’anni dal 1968 i documenti dell’Archivio dell’Irsifar “Memoria di carta” ci restituiscono le speranze, gli ideali e i linguaggi di quella stagione che segnò un passaggio importante nella storia del nostro paese. In essa le agitazioni degli studenti contro una scuola inadeguata e per una società più giusta rappresentarono solo l’inizio di una mobilitazione generale che nel giro di pochi mesi coinvolse altri soggetti e altre realtà, dal mondo cattolico agli operai.

Il ’68 di carta, alla Casa della Memoria e della Storia dal 14 marzo all’8 maggio 2018, racconta quell’anno attraverso volantini, opuscoli, ritagli di giornale, fotografie, disegni, appunti: è uno sguardo parziale e frammentario, ma anche capace di riproporci con forza l’affastellarsi degli eventi e la vitalità delle idee che si andavano formando e perfezionando nel corso di pochi mesi, se non di pochi giorni.

Questa prospettiva è integrata da rimandi alla cultura diffusa di allora e ai processi sociali ed economici che avevano contribuito a creare le condizioni perché il Sessantotto avvenisse. Così, ad esempio, prima ancora delle ideologie ebbe molta influenza l’esperienza di don Lorenzo Milani con la sua critica all’istruzione in Italia: la Lettera a un professoressa divenne testo di riferimento per quelle lotte e per quella presa di coscienza.

La mostra è preceduta il 13 marzo dalla Giornata di studi Storia e memoria del ’68

Ore 10
Presiede Alessandra Staderini
Andrea Sangiovanni, Un anno lunghissimo
Francesca Socrate, La memoria del ’68 attraverso la storia orale

ore 15
Introduce e coordina Agostino Bistarelli
Il filmato sull’esperienza di Don Milani - dialogo con Vanessa Roghi

Anna Balzarro, Dialogo con Vanessa Roghi autrice del volume La lettera sovversiva. Da don Milani a De Mauro, il potere della parola (Einaudi)

ore 18
Inaugurazione della mostra “Il ’68 di carta”, intervengono Annabella Gioia e Andrea Sangiovanni.

Seguono, poi, due seminari:

9 aprile Seminario I linguaggi del ’68 tra cinema, musica e fotografia

ore 15 -19
Presiede Andrea Sangiovanni
Gabriele D’Autilia, il ’68 e la fotografia
Emiliano Morreale, il cinema
Felice Liperi, la musica
Bianca Cimiotta Lami, la moda

16 aprile Seminario Il ’68 internazionale

ore 15 -19
Presiede Umberto Gentiloni
Guido Crainz, il ’68 nell’Est europeo
Angelo Bolaffi, nella Germania
Alessandro Portelli, negli Stati Uniti d’America

La mostra e il programma di appuntamenti, a cura di IRSIFAR-Istituto Romano Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza, sono promossi da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale - Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

Il ’68 di carta
le parole, le idee e le speranze nell’archivio “Memoria di carta”

14 marzo - 8 maggio

Inaugurazione 13 marzo alle 18 con Annabella Gioia e Andrea Sangiovanni.

Casa della Memoria e della Storia
Via Francesco di Sales, 5

Lun-ven ore 9.30/20

ingresso libero

Informazioni 060608 – 06.6876543

COMMENTA L'ARTICOLO